La storia d'Italia a fumetti

Tutte le notizie

Fino al 26 giugno

La storia d'Italia a fumetti

Nel museo di viale Campania si ripercorre la storia nazionale attraverso le tavole originali dei quattro maestri Carlo Ambrosini, Ivo Milazzo, Pasquale Frisenda e Sergio Toppi

Garibaldi-Story_350.jpg

Milano, 24 maggio 2011 – Rimarrà aperta fino al 26 giugno, presso lo Spazio Fumetto di viale Campania 12, la mostra “Fumetti d’Italia”.

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, l’esposizione ripercorre la storia nazionale attraverso le tavole originali di quattro maestri del fumetto italiano, Carlo Ambrosini, Ivo Milazzo, Pasquale Frisenda e Sergio Toppi, realizzate per il volume 150 storie d’Italia (su testi di Francesco Artibani) edito da Il Giornalino (Edizioni San Paolo) e dal Museo del Fumetto e dell’Immagine di Lucca. In mostra anche le tavole originali della “Storia d’Italia a Fumetti” firmata da Enzo Biagi e alcune divertenti versioni disneyane del nostro Risorgimento.

Sergio Toppi introduce il visitatore alla mostra con un sunto della nostra storia più antica, dall’espansione di Roma alle invasioni barbariche, dal Medioevo agli scontri dei garibaldini con le truppe borboniche sul Volturno nel 1860. Carlo Ambrosini racconta la storia di un bersagliere che, partecipando alla storica breccia di Porta Pia, entra a Roma scoprendo un mondo nuovo. Ivo Milazzo e Pasquale Frisenda ci fanno invece passare attraverso gli orrori della Seconda Guerra Mondiale, visti con gli occhi di un uomo senza memoria che nella Firenze ferita dai bombardamenti deve consegnare una lettera ad alcuni partigiani.

Assieme alla Storia d’Italia a Fumetti di Biagi, che dal 1978 ha aiutato grandi e piccini a comprendere in modo chiaro e immediato i segreti del nostro passato, allo Spazio Fumetto saranno esposte anche le tavole originali di Paolo Ongaro, che negli anni Novanta disegnò per Il Messaggero dei Ragazzi le vicende di Silvio Pellico e Giuseppe Mazzini. Grazie alla collaborazione di Walt Disney Company Italia sarà possibile ammirare anche alcune rappresentazioni umoristiche del nostro Risorgimento. Si parte dalle tavole disegnate da Sandro Dossi per la storia Paperibaldi e lo sbarco dei 2000 su Topolino (1995), per arrivare al recentissimo Topolino e l’Italia ri-unita di Marco Bosco e Paolo Mottura. Completa il percorso - che presenta altre sorprese, come la serie Cuore Garibaldino de L’Intrepido e le battaglie risorgimentali raccontate dal Corriere dei Piccoli - una significativa esposizione di opere letterarie dal 1860 ad oggi.


Wow Spazio Fumetto

viale Campania 12

Passante Ferroviario fermata Porta Vittoria.
tram 27 - autobus 73 - filobus 90, 91, 93

Orari
dal martedì al venerdì: ore 15.00- 19.00
sabato e domenica: ore 15.00-20.00
lunedì chiuso

Biglietti
intero 5 euro, ridotto 3

Per informazioni
Museo: tel. 02 49524744 / 745 / 746
Fondazione: tel. 039 2622569 - 039 2915041